i punti critici dell'organizzazione in cucina sara bettella

I punti critici dell’organizzazione in cucina

Cosa trovi nell'articolo

La cucina è uno spazio utile e fondamentale all’interno di una casa, un punto strategico ma anche il suo cuore pulsante. A questo tema ho dedicato la mia diretta Instagram del mese di novembre 2023, dopo averne parlato già in passato anche nel mio blog. (Ti lascio il link dove puoi trovare tutti gli articoli sul tema dell’organizzazione in cucina che ho scritto: ARTICOLI CUCINA). Se vuoi vedere il video della diretta clicca qui, altrimenti in questo articolo trovi una sorta di trascrizione e sintesi, in formato scritto.

Una analisi di base

Partiamo subito con il dire che ogni situazione e ogni casa hanno caratteristiche diverse, quindi questi consigli sono sempre di tipo generico. Quello che conta è una riflessione accurata a seconda delle varie situazioni diverse, secondo esigenze e preferenze. Infatti bisogna capire, per esempio, quante persone ci sono in casa, quanti mangiano in casa, chi cucina… E così via.

Sta di fatto che siamo in tanti a mangiare a casa e cucinare a casa più volte al giorno. Ecco perché è importante che questo spazio sia ben organizzato. Anche perché è uno spazio condiviso, dove spesso operiamo in più persone.
Facciamo quindi una buona analisi di base per capire quante persone sono coinvolte, chi fa cosa e magari dividiamoci delle responsabilità (sarebbe auspicabile!).
Le altre domande da farci riguardano la funzione di questo spazio: in questo ambiente cuciniamo e mangiamo, conserviamo gli alimenti (per esempio perché abbiamo una dispensa separata), ma facciamo solo questo o facciamo anche altro? Quali altre azioni compiamo qui?
Magari è uno spazio in cui facciamo anche altro.. Per esempio, coltiviamo un hobby, svolgiamo una attività dopo cena, o è lo spazio dove si stira… Pensare alle funzioni di un ambiente serve per capire quali oggetti mi serviranno, e come gestire lo spazio che ho a disposizione.
Per esempio: se in cucina io coltivo anche un mio hobby, allora oltre agli oggetti e spazi per mangiare e cucinare, serviranno anche oggetti e spazio per il mio hobby (una sedia adatta, una giusta illuminazione, i miei attrezzi da disegno o cucito…). E a questi oggetti dovrò attribuire una collocazione, per sapere dove riporli e dove prenderli. Se questa cosa non la decido prima succederà che le cose per questo determinato hobby non avranno un posto e quindi stazioneranno in giro, un po’ su una sedia, un po’ sul tavolo.. A caso! Generando confusione, sia visiva che mentale.

Chiediamoci quali sono i punti critici

Quali sono le zone, gli oggetti che sento essere difficili per me? O azioni che non fluiscono, che non riesco a svolgere con facilità e comodità? Ci sono oggetti o categorie di oggetti che non so come mettere, dove mettere?
Queste sensazioni vanno ascoltare e raccolte. Alleniamoci a questa sensibilità. Spesso accade infatti che siamo talmente abituati a stare in questi spazi e usarli come sono che non ci chiediamo neanche più se potrebbero essere diversi e se potremmo usarli in modo diverso. Invece è importante imparare ad ascoltare il “nostro agio” Questa cucina ti mette tuo agio? Sei contenta e soddisfatta quando la vivi e la usi?

Unica regola: starci bene

Attenzione però: scordiamoci le cucina perfette, lucide, vuote, che ci piacciono perché ci trasmettono serenità e senso di pace, perché nella vita quotidiana le cucine si usano e si sporcano, ma poi si puliscono, e si riusano di nuovo.

Certamente degli aspetti posso perseguirli, come per esempio avere le superfici libere. Si può fare se ti piace! Le regole non sono uguali per tutti. L’unica regola è che devi stare bene nella tua cucina. In cui fare piacevolmente e facilmente quello che devi e vuoi fare.

Domandiamoci quindi quali sono oggetti o azioni che sono per noi critici: per esempio i contenitori per gli alimenti spaiati e sempre ammassati, la dispensa con le confezioni accartocciate, i cassetti in cui dover sempre rovistare… Alleniamoci a capire: quanto spesso mi succede di dover buttare qualcosa perché non l’ho conservato bene? Quanto tempo perdo a prendere qualcosa che mi serve o riporre le stoviglie asciutte?

Cosa possiamo fare per risolvere questi punti critici?

1) Partiamo sempre dal decluttering. Chiediamoci cosa ci serve e selezioniamo le cose. Anche in cucina, come negli altri spazi, possiamo chiederci e valutare cosa è veramente utile e cosa no. Qualcosa è eliminabile magari quando è rotto e non aggiustabile, non è più utilizzabile, è eliminabile anche quello che è rovinato, come stoviglie scheggiate o piatti crepati. Utilizzare oggetti in questo stato, otre che pericoloso, è anche segno di poca cura per me, io mi merito di usare le cose belle sempre! Possiamo eliminare anche utensili che non abbiamo mai usato, ammettendo a noi stesse che non li useremo mai!

Nel fare decluttering infatti ammettiamo anche a noi stesse chi siamo adesso e chi non siamo più. Cosa volevo essere ma forse non sarò mai. Ecco il vero significato del decluttering! Cosa decido di lasciar andare perché non mi corrisponde più e cosa riconosco che non fa parte di me del mio presente o futuro. Decidiamo quindi dove dirigere il nostro tempo, energie e attenzioni.

E se lo uso poco, ma non lo voglio buttare?

Magari ci sono delle cose che uso solo una volta all’anno. Certo, quelle le conservo perché mi servono, anche se poco. Però allora in questo caso magari non le colloco nello spazio più vicino e più a portata di mano. Questo è un buon esempio per applicare la regola della prossimità: metto a portata di mano le cose che uso spesso e in posti meno comodi le cose che uso meno. Ma so che ce l’ho e so dov’è.

2) Allestire gli spazi in modo strategico. Per esempio: dove ho la macchinetta del caffè farò in modo di avere vicino anche le cialde, le tazzine e lo zucchero se lo uso. Oppure cercherò di collocare gli utensili e i condimenti vicino al piano cottura, perché li uso quando cucino. Metto vicine le cose per le azioni che devo compiere. E’ una regola per semplificarsi la vita!

3) Ottimizzazione degli spazi interni. Vuol dire utilizzare contenitori, barattoli, organizer… Ce ne sono tanti, per tutte le esigenze. Le soluzioni non mancano.
La riflessione importante è che prima di comprare accessori e organizer è fondamentale fare il lavoro di analisi e riflessione che ho detto prima, farsi domande e risposte. Non è comprando l’accessorio che risolvo il problema! Un oggetto sarà utile se io prima avrò capito e valutato la mia situazione e le mie esigenze.

Se il tuo desiderio è quello di fare questa analisi e riflessione sulla tua cucina, e magari trovare il modo di organizzarla veramente come vorresti, contattami e scrivimi a info@sarabettella.it
Sarà un piacere per me poterti essere utile!

Cerca nel blog
Chi sono
sarabettella
Ciao! Mi chiamo Sara Bettella e sono una professional organizer, socia senior di APOI.
Mi occupo di organizzazione personale e sono specializzata in organizzazione della casa e delle attività domestiche.
Sistemare le cose nelle case mi fa saltellare dalla gioia.
Se vuoi che saltelliamo insieme, scrivimi!

Organizzazione personale: come posso aiutarti

Organizzazione in casa

Ti aiuto ad organizzare il tuo armadio: eliminiamo la confusione e creiamo una disposizione dei capi che sia comoda e facile da mantenere.
Mettiamo mano a tutti gli stipetti della tua cucina, alla dispensa, al frigo e al freezer, per eliminare il disordine e usare bene gli spazi.
Posso assisterti nell’affrontare quel cassetto, mobile, stanza o garage pieno di cose che non ricordi neanche più. Liberiamo spazio e lo organizziamo. Insieme possiamo trovare un metodo per selezionare e organizzare i tuoi documenti e le carte di casa per non perdere più tempo a cercarli.

Consulenze online

E se siamo lontani? Non c’è problema!
Le consulenze per la casa e per la vita quotidiana posso essere realizzate anche on line, con delle sessioni di lavoro da remoto. Io ti do tutte le istruzioni necessarie, ti accompagno passo passo e puoi sempre contare sul mio supporto!




Open chat
1
Cosa vuoi chiedermi?
Scan the code
Ciao 👋
Come posso aiutarti?
Verified by MonsterInsights